2×02: Strategia e Tattica

testata-2x02

Eccovi il primo episodio della nuova stagione dedicato agli sviluppatori (italici) di videogiochi di ruolo. Il Dungeon Master Giuseppe “Peppe” Saso e la nuova aggiunta del party Carlo “Audacity” Burigana redivivi dalla trasferta di IPN in quel di Berlino fanno una bella chiacchierata con Daniele “Charlie Fleed” Messina (per contattarlo, inviate un’email al seguente indirizzo di posta elettronica), la mente dietro l’SRPG Hartacon Tactics (potete provare la demo gratuita a quest’indirizzo). Clangore di spade! Esplosioni magiche! Sangue! Uomini-leone e vergini in armatura! Non non vi temiamo, perciò buon ascolto.

Intermezzo musicale: Bland Logo – Title Black (di Hitoshi Sakimoto, da “Final Fantasy Tactics”)

Tiro Salvezza:

  • Fantasy Life
  • Natural Doctrine
  • Ni No Kuni: La minaccia della Strega Cinerea
  • Final Fantasy XIII

Level Up!: I cameo di Hartacon Tactics e le similitudini dei film di animazione dello Studio Ghibli in Ni No Kuni.

Per contattarci:

Inviate un’email oppure un’audio-domanda a L’Occhio del Beholder – podcast@occhiodelbeholder.it e ricordate di scriverci una recensione su iTunes!

Iscrivetevi al gruppo ufficiale su FaceBook e commentate le nostre puntate qui sul sito o nell’apposita sezione del forum di OldGamesItalia

Assets audio a cura di Carlo Burigana con l’utilizzo dei seguenti brani:

Sigla di Inizio “Take a Chance” Kevin MacLeod (incompetech.com) Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0

Colpo Critico “Alchemists Tower” Kevin MacLeod (incompetech.com) Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0

Tiro Salvezza “Take a Chance” Kevin MacLeod (incompetech.com) Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0

Antro Di Chora “Danse Macabre – Xylophone” Kevin MacLeod (incompetech.com)  Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0

Level Up “Gaslamp Funworks” Kevin MacLeod (incompetech.com) Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0

Sigla DI Coda “Fanfare for Space” Kevin MacLeod (incompetech.com)  Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0

8 Commenti

  1. commento sorprendentemente breve(per i miei standard)perché ho trovato la puntata piuttosto “liscia”(e un pò priva di spunti di discussione)il progetto di Hartacon Tactis mi sembra piuttosto interessante,l’ho scoperto ascoltando la puntata e ho scaricato subito la demo,lo stile è chiaramente quello del seminale Tactis Ogre(sviluppato dal team che qualche anno dopo avrebbe creato final fantasy tactis),purtroppo questo genere di giochi,anche se molto popolare in giappone difficilmente arriva dalla nostre parti…esiste qualche GDR tattico occidentale,come la serie King Arthur,sono sono cose radicalmente diverse,per questo mi fà piacere sapere di un nuovo titolo di questo tipo qui in occidente…
    2)Ni No Kuni è un GDR fortemente influenzato dal sottogenere “best master”nato con Final Fantasy V e Dragon Quest V in era SNES(ricordate quando dicevo che la stampa nipponica aveva attaccato FFV?era perché entrambi i giochi avevano lo stesso sistema,anche se in realtà in FFV solo uno dei job del gioco permetteva di farlo,rivelandosi una parte minimale del gioco,poi espansa in FFTAdvance..)tecnicamente è meraviglioso,ma meccanicamente sembra molto vecchio..cosa che purtroppo potrei dire di tantissimi RPG moderni…
    3)FFXIII…non voglio scendere in dettaglio,ma sinceramente ho trovato poco di salvabile nell’avventura di Lightning..tra l’altro girando un pò su internet ho scoperto che XIII è uno dei FF meno criticati di tutta la serie,che molto(ma molto!!)più odio per IV,VI,VII e VIII,per non parlare di IX…la cosa mi lascia un pò perplesso…
    come promesso,molto breve.

    • Purtroppo la “ciccia” delle puntate con gli sviluppatori dipendono non solo dal gioco in sé ma anche dalla loquacità degli sviluppatori. Se infatti hai notato abbiamo chiesto gran parte delle domande “di rito” già rivolte ai precedenti ospiti.

      Concordo pienamente su Nu Ni Kuni: splendida direzione artistica ma meccaniche vecchie e talvolta mal implementate: prima tra tutte il combattimento alla “Tales of” ibridato a Pokémòn.

      FFXIII è come ben sai il capitolo che personalmente detesto di più. Quindi ho detto tutto… 😀

  2. Beh vorrei esprimere i miei pareri su questa puntata perché trattate di per me interessante e spero che le mie critiche non vengano accolte negativamente:
    1) La prima cosa che voglio segnalare e secondo me la più importante, questa puntata dovevate chiamarla jrpg visto che a parte l’indy di cui avete parlato all’inizio avete trattato SOLO di jrpg. E siamo chiari jrpg non è uguale a tattico, per esempio avete parlato tantissimo di final fantasy quando quest’ultimo ha dovuto fare delle edizioni specificatamente dedicate ai tattici visto che le altre non lo sono. E poi non capisco perché trascurare la scena occidentale quando su questo fronte non è affatto inferiore (anzi…) a quella orientale, di cosa parlare ad esempio? ad esempio ultimamente è uscito divinity original sin, quello non è un tattico? direi che è superbo come tattico e nel livello del dettaglio dei combattimenti ed è stato anche finanziato su kickstarter (tanto per avere un altro punto d’appoggio). Non avete neanche parlato di differenza fra tattici e strategici, speravo che si parlasse anche di quello e invece i termini sono stati usati come sinonimi intercambiabili. Insomma penso che avreste dovuto dare un titolo diverso a questa puntata per evitare di generare aspettative sbagliate negli ascoltatori.
    2) secondo il mio parere 10 minuti iniziali di puntata passati a dire come cliccarvi su facebook sono troppi, è giusto che facciate presente i diversi modi per seguirvi ma secondo me dovreste essere più concisi, personalmente quando inizio ad ascoltare un podcast non aspetto altro che entrare nel vivo limitando i convenevoli
    3) ho apprezzato tanto il fatto che in questa puntata abbiate detto chi ha prodotto i vostri sottofondi musicali, avrei approfittato per chiedervelo reduce dalla scorsa puntata in cui si parlava genericamente di jamendo e invece ora si è citato l’autore, ho capito bene è lui? http://freemusicarchive.org/music/Kevin_MacLeod/
    4) mi verrebbe da chiedere a Daniele Messina come mai ha intenzione di posticipare i tempi di uscita del suo gioco su pc. Non sono uno sviluppatore e quindi non conosco i retroscena ma penso che xna permetta di sviluppare una volta sia per xbox che per pc, no? perché allora rilasciare prima su xbox tanto più che la demo è disponibile solo per pc?. L’impressione che viene restituita (ma cui comunque dubito combaci con la realtà) è che si utilizzi l’utenza pc come betatester e perché no, donatori, e poi li si lasci aspettare una delle solite esclusive per console, ovviamene lo dico solo per palesare il possibile fraintendimento.

    Va bene, scusate se sono sembrato polemico, mi sono sentito di scrivere queste cose perché in realtà mi siete simpatici e reputo molto positivo che esista un podcast che tratta di rpg anche ad un elevato livello di approfondimento (oggi va di moda farsi chiamare nerd e poi trattare gli argomenti con la superficialità di un neofita), per cui aldilà di tutto vi auguro anche io di continuare così perché riempite uno dei tanti vuoti italiani.

    • Ciao, e innanzitutto grazie per le tue osservazioni. Non preoccuparti, siamo aperti alle critiche negative o positive purché siano sempre costruttive e rivolete a noi in modo civile 🙂

      1) Sì, ammetto che al momento lo sbilanciamento del podcast è verso i JRPG. Hartacon Tactics però è un SJRPG, ossia un gioco di ruolo e strategico nipponico. Ho intenzione di trattare Divinity: Original Sin però soltanto dopo averlo “spolpato bene”, trattare qualcosa che non ho giocato riportando osservazioni e pareri altrui non è nel mio stile. Per fortuna nella puntata di Dicembre (non quella uscita oggi) si tornerà a parlare di GdR occidentali. E ti anticipo pure che, complici i saldi di Steam, ho comprato Divinity: Original Sin e Wasteland 2 quindi la trattazione di quest’ultimi arriverà nei prossimi episodi. Promesso! 😉

      2) Hai perfettamente ragione, sto facendo il possibile per dimezzare il tempo delle chiacchiere di apertura degli episodi del podcast.

      3) Prego e sì, si tratta proprio di MacLeod.

      4) Per la verità l’ho pensato anch’io ma tant’è che il progetto e suo e ci lavora da solo. Io non so che dirti di più, se lo desideri rivolgi a lui la domanda via email. Daniele oltre ad essere professionale è pure molto disponibile.

      • Ok, grazie per le risposte più che soddisfacenti, aspetterò con ansia la prossima puntata 🙂

        Per quanto riguarda le “chiacchiere” di apertura se posso provare a dare un consiglio, potreste programmare le informazioni che date in precisi tempi stretti per non sforare.
        Potreste provare a fare come fanno le radio e preregistrare di volta in volta l’introduzione, tipo programmando un qualcosa genere:
        ” benvenuti a questo n. podcast dedicato ad X in cui parleremo di A,B,C. Vi ricordiamo che potete seguirci anche in D,E dove potete commentare ,F dove potete iscrivervi e lasciare una recensione del nostro podcast. Ringraziamo G,H,I che ogni volta ci aiutano con l’editoriale. ”
        Se il podcast non viene mai trasmesso in diretta potreste persino decidere di registrare questa parte alla fine, una volta che siete sicuri degli argomenti di cui avete parlato, vi verrà più spontaneo essere concisi.

        Come fate voi è molto più naturale, d’altronde dovete considerare che chi vi segue sempre potrebbe non volersi sentire ripetere sempre la stessa cosa e spostarsi nel player non è troppo agevole (e non è come una sigla di una serie che dura sempre lo stesso tempo).

        Potreste persino pensare di essere molto sbrigativi all’inizio e di inserire informazioni più dettagliate alla fine, chi è interessato sicuramente ascolterà queste informazioni con più attenzione.

        P.s. non so se è previsto o meno ma non mi è arrivata una segnalazione in email di un nuovo commento a questo post.
        Ciao!

  3. Un episodio carino, molto tranquillo e scorrevole. Sinceramente non tra i miei preferiti, tuttavia sufficiente ad incuriosirmi e spingermi a provare Hartacon Tactics, che, lo confesso, sarebbe il mio primo RPG strategico (almeno credo). Mi aspetto in futuro una puntata (magari uno short) in cui approfondirete il sotto-genere degli strategici a partire dai suoi albori, perché in materia sono veramente ignorante … eh eh…
    Inoltre, se posso dare un consiglio (forse non è la prima volta che lo scrivo), evitate di dilungarvi troppo con “Tiro Salvezza”, basterebbero quei 15-20 minuti in meno…
    Per il resto…avanti così!

Leave a Reply